martedì 27 gennaio 2009

Girando Brasov (3) - Il pedonale Republicii



Il nome,Strada Porti (Strada del cancello) deriva dal fatto che era la principale porta di accesso nella città fortificata. Costruita alla fine del XIV secolo, divenne importante nel XV secolo, per le incursioni turche in Transilvania (1421, 1434) Nel 1519 è stato un incendio che ha devastato meta della strada e nello stesso incendio e bruciata anche la porta principale. Tra il 1522-1524, la porta è stata ricostruita e nel 1537 è stato aggiunto e un orologio (era il terzo orologio pubblico di Brasov). Nel 1613, Gabriel Bathori, il principe di Transilvania, doveva assediare Brasov. La porta è stata rafforzata per impedire l'occupazione della città. Il terremoto del 1802 a indebolito molto la Porta. I rinforzi provati non hanno avuto i effeti previsti, in modo che nel 1857 Porta e le sue costruzioni annesse accessori e gli edifici sono stati demolite perché il rischio di incidente er imminente. Al posto della Porta , è stato costruito Hotel Villa Kertsch, Brasov e la Scuola di mestieri. L'albergo è stato bombardato nel mese di aprile 1944e sul posto e stato costruito nel 1967, palazzo conosciuto come Modarom.




lunedì 26 gennaio 2009

Girando Brasov (2) - Chiesa San Nicola



Nominata per la prima volta in una lettera Papale il 15 novembre 1399 come chiesa di legno, la cattedrale e stata costruita nel 1495, al inizio in pietra , con l’aiuto del principe di Valacchia, Neagoe Basarab. La costruzione dura per di circa 100 anni. La chiesa è sempre stata un bastione della ortodosia per la comunita rumena del posto . Impressionanti dimensioni dominano la città vecchia - Scheii Brasovului. La Chiesa ortodossa e la scuola rumena , che si trova nelle vicinanze hanno costituito un importante centro spirituale e culturale per tutti i rumeni della Tara Barsei . La loro azione si estende a tutti i rumeni del intero spazio rumeno , soprattutto dopo l’arivo del diacono Coresi (di origini greche di Chios), che ha cominciato a stampare libri religiosi in lingua rumena. Tanti signiori e le loro famiglie hanno fatto doni per la chiesa dei Schei, anche l’imperatrice della Russia, Ecaterina II, ha inviato costosi doni consistenti di denaro,oggetti preziosi di rito ortodosso, abbitti sacerdotali e religiosi. La chiesa è stata costruita al inizio in stile gotico, e poi subì varie trasformazioni in stile barocco, nel XVIII secolo la chiesa e stata ampliata aggiungendo alcune cappelle e un portico. I ricchi doni dei principi dei due paesi rumeni hanno dotato la chiesa con una collezione significativa di icone antiche. Chiesa di San Nicola è stata ristrutturata nel periodo interbellico per la cura della gente del posto e conserva affreschi del grande pittore Misu Pop. Nell cimitero della chiesa sono sepolti personaggi importanti nella storia nazionale e locale, come Nicolae Titulescu, Dr. Aurel Popovici il sacerdote Vasile Saftu ed altri.




Girando Brasov (1) - Prima scuola in lingua rumena


Il museo della prima scuola rumena si trova nel palazzo della vecchia scuola della Chiesa di San Nicola, per la prima volta e nominata in documenti nel 1495, e poi e stata ricostruita in stile barocco, come appare oggi. Il nuovo edificio risale agli anni 1760-1761.
Nelle aule della vecchia scuola, si trovano documenti che attestano l’ attività del piu grande studioso e tipografo rumeno del secolo XVI, Diacono Coresi , editore e traduttore dei libri in lingua rumena, utilizzando dialetti del sud della Transilvania e del nord del Valacchia, egli "ha messo le basi della letteratura scritta rumena e nello stesso tempo della nostra lingua letteraria”. Tra il 1556-1583, stampa 35 libri, di qualle 9 in rumeno, 3 bilingue (rumeno e slavo) e 23, in lingua slava.


Tra le 6 stanze della "Prima Scuola" troviamo anche la classe di Anton Pann, vecchi oggetti di uso domestico di Schei, la vecchia stampante di Coresi e una biblioteca. Sempre qui troviamo la partitura della prima operetta "Crai nou” scritta da Ciprian Porumbescu, messa in scena per la prima volta in Brasov nel 1882 presso il Collegio Nazionale" Andrei Saguna ", e anche documenti che illustrano l’attività giornalistica nel vecchio Brasov, più di 150 anni fa. Prima scuola rumena ospita anche Museo “junior din Scheii Brasovului “ (giovani) e anche Museo di pittura Stefan Mironescu , che ha dipinto" Scheiului così vivo ". Archivio del compresso museale si trova dentro la Casa Barac (situato a destra al ingresso), e contiene oltre 100.000 documenti "ancora in attesa di essere esaminati." Nell 1559, si e insegnato per la prima volta in lingua rumena , in questa scuola.